Choose language

Valore nutrizionale dell'Olio di oliva

L'olio extra vergine di oliva e' stato studiato per decenni da scienziati in tutto ilmondo che hanno concluso che il suo valore e' essenziale per la salute umana e per il benessere.

Lo studio dei Sette Paesi   Lo studio dei Sette Paesi e' stato il primo a esaminare sistematicamente la relazione tra lo stile di vita,la dieta, e l' ammontare degli attacchi di cuore e infarti nelle popolazioni prese in esame.  


  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Lo studio del ricercatore americano dr Ancel Keys che ebbe inizio negli anni 50, e' statto condotto in sette Paesi e' 12700 persone, tra i 40-59 anni, sono state oggetto di studio   Il suo fu il primo studio che riconobbe chiaramente i benefici della dieta cretese il cui principale ingrediente e' l' olio di oliva. I partecipanti cretesi avevano il tasso piu' basso di mortalita' di malattie coronarie e' cancro in confronto a persone di altri Paesi. Il consumo gornaliero di una considerevole quantita' di olio di oliva giocava un ruolo significante in questi risultati.  


  
< 2013. febbraio 25 England,il New nella Medicine of Journal nel pubblicati Studi Nuovi di Risultati I>

Una dieta con poco olio di oliva extra vergine e un'oncia di noccioline al giorno taglia il rischio di infarto e altri problemi vascolari piu' gravi in circa il 30 % di persone ad alto rischio.Questi sono i risultati riportati nel Journal of Medicine of New England e pubbicati anche dal Wall Street Journal e dal New York Times. Poiche' i benefici dimostrati dalla dieta Mediterranea ricca di olio di oliva sono erano cosi sorprendenti,gli studi sono stati interrotti presto perche' i risultati erano cosi chiari. I ricercatori hanno seguito 7.447 persone in Spagna per almeno 5 anni.La grandezza dei benefici della dieta ha sorpreso gli esperti.Gli studi hanno mostrato che una dieta Mediterranea con un consumo significante di olio (4 cucchiai di olio al giorno) e di noccioline (30 grammi o un 'oncia al giorno ) e' simile all'effetto di medicine per il colesterolo perche' si sa che queste medicine riducono il rischio di problemi cardiovascolari dal 25% al 30% circa.   


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I Cretesi consumano in media 93 gr di olio di oliva al giorno o 34 chili all'anno.

Cosa sono gli elementi che lo rendono cosi speciale?

L'olio ha un 'alta pecentuale di grassi non saturi,e una bassa concentrazione di grassi saturi e di grassi polisaturi.Ha anche un'alta concentarzione di vitamina E(alfa-tocoferolo) e altre sostanze antiossidanti, come carotenoidi e composti di fenolo (semplici acidi fenolici come l' idroxitirosole ed acidi fenolici complessi come l' oleuropeina). Questi composti chiave sono oleocanthal and oleacein. L' oleocanthal funziona come antiinfiammatorio con effetti simili al Ibuprofen e l' oleaceina e' un potente antiossidante.

Tutti questi elementi importanti e naturali contribuiscono renderlo un'eccellente alternativa per i trattamento e la prevenzine di disturbi ed e' questa la ragione per cui l'olio di oliva e' stato riconosciuto come un cibo veramente funzionale.

Quali sono esattamente i benefici per la salute dell'uomo?

  • Prima di tutto il consumo di olio di oliva diminuisce il colesterolo, i triglicidi e l'LDL(il cattivo colesterolo e inoltre aiuta nella prevenzione dell'arterioscerosi.Nello stesso tempo aiuta o incrementa il livello di HDL il buon colesterolo che protegge il cuore e contribuisce ad abbassare la pressione del sangue .All'inizio degli anni 90, i dottori Ranauld e ongeril presentarono un Lyon Diet-Heart Studyin cui studiarono l'effetto della dieta Mediterranea su pazienti che avevano avuto precedentemente un infarto.Le analisi mostrarono un effetto estremamente protettivo dopo 27 mesi di osservazione.Il loro riscontro veramente impressionante fu che il 70% dei pazienti che seguirono la dieta Cretese sopravvissero in confronto con pazienti che seguirono una dieta consigliata dall'Associazione cardiologica americana/
  • L'alta concentrazionedi antiossidanti ,come la vitamina E e i polifenoli aiutano a neutralizzare i radicali liberi e diminuiscono il ischio di molte forme di cancro .Anche, generalmente rende piu' forte il nostro sistema .
  • immunologico.Inoltre, proteggendo l'intero nostro sistema digerente dal cancro,l'olio di oliva ha un effetto lassativo medio che aiuta a tenere sotto controllo la constipazione
  • .Aiuta anche in altri disturbi come calcoli biliari e ulcere .  
  • .Secondo altri studi, il dr. Trichopoulou, persone che seguono la dieta cretese. e consumano olio di oliva, vivono piu' a lungo.Gli antiossidanti aiutano a proteggere le cellule del nostro sistema nervoso centrale e il cervello aiutando a prevenire disturbi come l'Alzheimer e ilmorbo di Parkinson. .
  • I benefici sulla salute che vengono attribuiti all'olio di oliva non finiscono qui.Gente che consuma olio di oliva ha un minore rischio di contrarre diabete .E' anche provato che aiuti a stabvilizzare i livelli di zucchero nel sangue in coloro che soffrono di diabete
  • .Secondo gli studi, la dimensione e e il tessuto delle ossa sono diversi nelle persoe che consumano olio di oliva e cio' e' dovuto ai minerali contenuti in esso.Provvede anche alla giusta proporzione dei grassi saturi, non saturi e polinsaturi di cui i bambini hanno bisogno nei loro primi anni di crescita, contribuendo ad una normale crescita e sviluppo.Cio' significa che   i grassi trovati nell'olio di oliva sono simili a quelli del latte materno..Infine, l'olio di oliva e' piu' facile da digerire rispetto ad altri tipi di grassi..

Georgia Petraki
Nutrizionista    –Dietologo   
Membro del Consiglio della Rete di Gastronomia Cretese.
 
 
 
Fonti :

  • Allbaugh, L. G. Crete: A Case Study of an Underdeveloped Area. 1953
  • Dr. Apostolos Kyritsakis, M.Sc.Ph.D., Secrets of olive oil, Agrotypos publications, Athens 2000
  • Trichopoulou A, et al. Healthy traditional Mediterranean diet: an expression of culture, history, and lifestyle. Nutr Rev, 1997, 55(11 Pt 1): 383-9.
  • Mensink R, et al. Effect of a diet enriched with monounsaturated fatty acids on levels of LDL- and HDL-cholesterol in healthy women and men. N Engl J Med, 1989, 321: 436-441
  • Lipworth L, et al. Olive oil and human cancer: an assessment of the evidence. Prev Med, 1997, 26(2): 181-90
  • Renaud S, et al. Cretan Mediterranean diet for prevention of coronary heart disease. Am J Clin Nutr, 1995, 61 (6 Suppl): 1360S-1367S.
  • Christakis G, et al. Crete: A study in the metabolic epidemiology of coronary heart disease. Am J Cardiol, 1965, 15: 320-332.
  • Trevens TA, et al. Parkinson’s and Alzheimer’s diseases: epidemiological comparison. 1. Descriptive aspects. Neuroepidemiology, 1993, 12(6):336-44.
  • Cipriani F, et al.Gastric cancer in Italy. Ital J Gastroenterol, 1991, 23(7): 429-35.
  • Bitterman WA, et al. Environmental and nutritional factors significantly associated with cancer of the urinary tract among different ethnic groups. Urol Clin North Am, 1991, 18(3): 501-8.
  • Sanz Paris A, et al. [Lipid metabolism and new dietetic recommendations in diabetes mellitus]. An Med Interna, 1996, 13(3): 136-45.
  • Jenness R. The composition of human milk. Semin Perinatol, 1979, 3(3): 225-39
  • Behl C. Alzheimer's disease and oxidative stress: implications for novel therapeutic approaches. Prog Neurobiol, 1999, 57(3): 301-23.
  • University of Minnesota https://www.sph.umn.edu/epi/history/overview/
  • https://www.internationaloliveoil.org
  • https://www.oliveoiltimes.com/olive-oil-basics/new-tool-evaluates-olive-oil-healthfulness/30480
  • https://www.drhirani.com/Assets/lyonfinalreport.pdf   Final report of the Lyon Diet Heart Study
  • https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa1200303   New England Journal of Medicine
Join our mail list Your contact details will be used only by Terra Creta SA and will not be given to third parties for promotional or other purposes. Join
designed & developed by Next Step